LA TERRA HA UN’ANIMA ED UNA VOCE CHE VANNO ASCOLTATE. QUESTO È QUELLO CHE IN PRINCIPIO RUGE FA NEI CONFRONTI DEL TERRITORIO IN CUI SI TROVA E CHE COLTIVA NEL RISPETTO DELLA NATURA CHE LA TERRA PUÒ DARE. NON ESISTONO FORZATURE MA COLLABORAZIONI CHE DIVENTANO SODALIZIO TRA UOMO E LA TERRENO, UNENDOSI IN UN CORO CHE ALL’UNISONO PRODUCE ELEMENTI UNICI E SEMPRE DIVERSI TRA LORO. L’ESPERIENZA E LE TECNOLOGIE SONO SOLO DEI MEZZI CHE CONSENTONO DI GUARDARE AL FUTURO SENZA MAI PERDERE D’OCCHIO LA SAGGEZZA DEL PASSATO.